PARROCCHIA MARIA IMMACOLATA

IL PARROCO

 

                                            

Don Carlo Davoli

 

Don Carlo Davoli, nato il 01/02/1980 a Catanzaro, è residente a Uria di Sellia Marina (CZ). Figlio unico, vive attualmente a casa dei suoi genitori, in attesa della sua abitazione nel quartiere della parrocchia di Piterà. Amante della musica, ha frequentato 7 anni di preparazione allo strumento del pianoforte. Ha svolto tutti i corsi preparatori alla teoria musicale, e nel momento in cui doveva fare gli esami al conservatorio, il Signore lo chiama alla vocazione sacerdotale. Si è diplomato presso il Liceo Artistico, e intorno ai 17 anni sente i primi segnali della chiamata, cominciando un cammino di conversione e crescita nella fede. In questo tempo conosce la realtà del Movimento Apostolico, gruppo ecclesiale nato a Catanzaro, il quale lo fortifica nella fede e nella perseveranza alla vocazione. Lo frequenta per ben 10 anni. Entra in seminario all’età di 19 anni, frequentandoinizialmente l’anno propedeutico presso il Seminario Arcivescovile. L’anno successivo entra al Seminario Maggiore, cominciando l’iter formativo verso il sacerdozio. A fine quinquennio, riceve il primo grado di Teologia, affrontando la tesi del titolo: “Dallo scontro al dialogo: rapporti tra Islam e Cristianesimo”. Il 2 Ottobre dell’anno 2005, presso la Concattedrale di Squillace, riceve l’ordine del diaconato. Vivrà il suo diaconato come animatore presso il Seminario Arcivescovile, curando la formazione dei giovani. Riceverà il sacerdozio invece, il 9 Aprile 2006, per l’imposizione delle mani di Mons. Antonio Ciliberti, presso la parrocchia di origine “Madonna del Carmine” in Uria. Giorno solenne in quanto era anche la festa delle Palme. Appena ordinato sacerdote, viene inviato come collaboratore del parroco di Sellia Marina. Intanto frequenta anche il corso di specializzazione in Teologia Morale, che avrà la conclusione giorno 5 Dicembre 2012, con il titolo di Licenza, mediante una tesi incentrata sul ” Ruolo sociale del presbitero e la spiritualità sacerdotale alla luce del pensiero di Giovanni Paolo II ” . Dopo un anno di missione a Sellia Marina, il Vescovo pensa di mandarlo come amministratore parrocchiale a Magisano e Vincolise, realtà presilane. Qui lavora come pastore per ben 5 anni tra sforzi e seminagioni, che con il tempo di Dio, porteranno i suoi frutti. Il suo è un carattere forte, tenace, e ricco di entusiasmo nella fede. Il 22 Settembre del 2012, Don Carlo viene trasferito a Piterà (CZ) come nuova destinazione pastorale. Anche qui prova a portare entusiasmo e zelo nella fede, per essere strumento efficace nelle mani di Dio. Conoscerà altre realtà presenti nella chiesa come il Rinnovamento nello Spirito Santo, il quale gli darà una nuova fisionomia di fede. In lui sarà ancora più forte la consapevolezza che tutto è opera di Dio attraverso lo Spirito Santo. L’adorazione vissuta come esperienza nel Rinnovamento, è un perno centrale del suo sacerdozio. Egli vuole essere un pastore di tutti, accogliente, per far armonizzare tutti i carismi che lo Spirito Santo gli mostrerà nella sua pastorale. Non è dunque chiuso ai frutti dello Spirito, anzi, desidera che le sue Comunità, siano pervase di queste ricchezze. Dopo un anno di pastorale a Piterà, il Vescovo Mons. Vincenzo Bertolone, gli affida anche la comunità di Pontegrande (CZ), con annessa la realtà di Ianò, giorno 6 Ottobre 2013. Tutto questo per lui diventa motivo di maggiore impegno, ma soprattutto di grande amore per altri figli che il Signore gli ha voluto affidare, affinchè per le sue mani, li possa accompagnare verso la meta della salvezza.

Back